magnifica comunitĂ  di cadore

Palazzo storico

Il palazzo della Magnifica Comunità e la torre civica dalla cui sommità risuonava la campana dell'Arrengo che chiamare i deputati delle ventisette Regole al Consiglio furono costruiti fra il 1444 e il 1492.

Nel 1511, durante la guerra detta della Lega di Cambray fra Massimiliano d'Austria e la Repubblica di Venezia, il palazzo della torre furono saccheggiati e bruciati.

Nel 1513 cominciarono i lavori di riparazione e restauro e si protrassero fino al 1588, quando un casuale incendio distrusse tutto di nuovo.

La nuova ricostruzione, salvo poche modifiche, è quella che ammiriamo tutt'oggi.

Nel 1683, al piano terra della Torre del Palazzo furono ricavate le prigioni, oggi trasformate e inglobate nel Gran Caffè Tiziano.

Nel 1727 le due rampe di scale in legno furono sostituite dalla attuali in pietra collocate al centro della facciata principale che guarda alla piazza, dove si erge alla statua di Tiziano.

Nel 1980 fu ristrutturato quasi completamente l'ultimo piano per ospitare in maniera più adeguata il Museo Archeologico Cadorino che, di recente, è stato riordinato e arricchito di nuovi reperti.

Nella Torre dell'Arrengo è custodito l'archivio della Magnifica Comunità, costituito da pergamene e documenti di enorme interesse per la storia del Cadore.

Oltre al prezioso patrimonio archivistico, costituito da un antico e cospicuo fondo documentario (atti e pergamene dal XIII al XIX secolo), il palazzo della Comunità custodisce una biblioteca moderna, che raccoglie studi e ricerche sulla storia del Cadore, nonché una biblioteca specialistica dedicata a Tiziano. La raccolta annovera periodici, miscellanee, opere critiche e contributi tutti pertinenti all'opera del grande pittore, alla sua vita, al suo tempo e alla sua cerchia. Alla biblioteca appartiene anche un fondo di stampe e documenti che conserva corrispondenza del pittore e altri manoscritti che documentano la vivace attività mercantile dell’intero casato Vecellio.

Una parte del materiale bibliografico storico della Comunità è confluita nei fondi documentari della Biblioteca Storica Cadorina che ha sede a Vigo di Cadore; questa benemerita istituzione, fondata nel 1892 da Antonio Ronzon, si connota come biblioteca e archivio, e custodisce un fondamentale patrimonio di documentazione storica e contemporanea, ineludibile per ogni ricerca sul territorio e sulla società cadorina. Ad essa si affianca il Centro Studi dedicato a Tiziano e al Cadore che ha sede a Pieve nel quattro-cinquecentesco palazzo di Tiziano Vecellio l’Oratore.

Un’importante raccolta di cimeli risorgimentali e una ricca documentazione sui Volontari Alpini della guerra 1915-18 completano il patrimonio documentario conservato dall’Ente.

 

Photogallery

  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Palazzo storico della Magnifica Comunità di Cadore
  • Sala del Cancelliere (oggi Ufficio della Segreteria), Palazzo della Magnifica Comunità di Cadore, Decorazione lignea celebrate l’Unità d’Italia (particolare), Valentino Panciera Besarel, 1864.
  • Sala del Cancelliere (oggi Ufficio della Segreteria), Palazzo della Magnifica Comunità di Cadore, Decorazione lignea celebrate l’Unità d’Italia (particolare), Valentino Panciera Besarel, 1864.